Il CEO del gruppo, Maxime Didier, sulla nuova struttura finanziaria di Comdata e sui piani futuri

Nel giugno 2021, Comdata ha annunciato un accordo con partner finanziari per ridurre il debito della società e rafforzare il suo bilancio. L'accordo permette all'azienda di accelerare lo sviluppo e sostenere al meglio i piani futuri dei clienti.

Con la finalizzazione dell'accordo e la partecipazione di 50 manager chiave alla nuova struttura, il CEO di Comdata, Maxime Didier, descrive come questo apra la porta alla pianificazione per la crescita futura e a un ulteriore consolidamento del settore.

Potrebbe riassumere i punti principali dell'accordo con i suoi partner finanziari e le ragioni della ristrutturazione?

Maxime Didier: Fondamentalmente, quello che abbiamo fatto è un accordo "standard" di debito contro capitale. Volevamo ridurre il debito residuo di Comdata e abbiamo raggiunto un accordo con i nostri partner finanziari per spostarne una parte in una sorta di strumenti di capitale. Senza entrare nei dettagli finanziari o tecnici, direi che siamo contenti di questo, che ci dà più flessibilità finanziaria e agilità. 

L'intenzione è sempre stata una nuova struttura finanziaria?

MD: Sì, esatto. Abbiamo ritenuto che il debito fosse troppo alto e abbiamo pianificato di ridurlo. Finalizzare l'accordo è stato complesso a causa del numero di finanziatori coinvolti. Quindi c'è voluto del tempo per riunire tutti e concordare i dettagli, specialmente quando i mercati finanziari stavano attraversando la pandemia. C'è anche stato un cambio di leadership quando ho assunto il ruolo di CEO nell'ottobre 2020.

Tutto sommato, stiamo arrivando dove vogliamo arrivare. Abbiamo ristabilito l'equilibrio finanziario e ora possiamo sfruttare appieno il nostro modello di business e capitalizzare le nostre opportunità.

In che modo influenzerà le operazioni di Comdata in futuro?

MD: La ristrutturazione non ha influenzato le nostre operazioni quotidiane. Tuttavia, è giusto dire che mettere in atto questo tipo di accordo finanziario richiede una quantità significativa di gestione del tempo ed energie. 

Ora che abbiamo realizzato il nostro piano, possiamo concentrarci esclusivamente sul business e siamo più flessibili per cogliere le nostre opportunità di crescita. L'accordo dimostra anche che tutti i nostri partner finanziari credono nella società e nei piani che abbiamo proposto.

Un altro elemento principale dell'accordo è che il team di gestione di Comdata sta aumentando la sua partecipazione di minoranza al 40% e che 50 manager chiave stanno diventando azionisti partecipanti. È un cambiamento eccitante? That’s an exciting change?

MD: Sì, è così. Ero già un importante azionista di minoranza nella società e adesso aumenterà significativamente. Ora avremo anche 50 dei manager chiave che possiedono azioni, il che è veramente eccitante per la trasformazione del business.

In realtà ci sono due idee. La prima è che voglio spingere questo solido impegno imprenditoriale in tutta l'azienda. Avere questo piano su un numero così grande di manager significa incorporare un senso di proprietà e di comunanza: si tratta di una cultura molto diversa, che porta un'enorme energia a beneficio dei nostri clienti. 

La seconda idea riguarda l'avvicinare ancora di più la nostra gente all'azienda e renderla più forte. Il numero di azionisti è più alto di quello che si vede spesso in queste manovre finanziarie, ma volevo ottenere la massima trazione con il massimo delle persone. Con 50 manager che partecipano, con l'obiettivo di aumentarne il numero in futuro, c'è una vasta gamma di manager in diversi paesi e ruoli.

Ha detto che il rafforzamento della sua struttura del capitale le permetterà di capitalizzare su nuove opportunità: dove pensa che si trovino queste opportunità?

MD: Il completamento di questa manovra, insieme ad altri cambiamenti nel corso degli ultimi sei mesi, ci permetterà di ottenere una posizione forte sul mercato, di conquistare grandi clienti e di innovare per plasmare il futuro della gestione dei clienti. Quindi, possiamo fornire una crescita organica sicuramente più forte, sia a breve che a lungo termine.

Inoltre, con la nostra nuova struttura del capitale, siamo in una posizione ideale per cogliere le opportunità di crescita esterna e partecipare al consolidamento del settore. Il 2022 sarà un anno importante per noi, mentre sfruttiamo e catturiamo questa opportunità di mercato.

Ci dica di più su questo futuro consolidamento del settore; dove si trovano i punti di forza e le opportunità di Comdata in relazione a questo? 

MD: In primo luogo, il business della gestione dei clienti rimane molto frammentato in tutto il mondo. 

In secondo luogo, alcuni attori inferiori vogliono/hanno bisogno/meritano, comunque la si voglia vedere, di arrivare al livello successivo. A proposito, questo è stato motivo per cui venduto la mia attività a Comdata: ero un imprenditore che ha capito che Comdata era la piattaforma giusta a cui aggregarsi e lo è ancora!

Ed è qui che si fa la differenza: quando si riesce a costruire un ecosistema adatto e scalabile per l'opportunità e a cui il talento vuole aderire. Questo ritorna alla cultura di fondo di cui parlavo prima, con una leadership altamente impegnata e performante e un'azienda in cui i manager senior di "alto livello" vogliono entrare e crescere. Questo è un elemento chiave di differenziazione mentre il settore si consolida.

In che modo le ambizioni di crescita di Comdata possono beneficiare i vostri clienti?

MD: Per i nostri clienti, avere un fornitore in crescita significa avere accesso a più competenze, più aree geografiche, più punti di forza, più servizi. Con questa transazione, siamo ora ancora più agili per sfruttare al meglio il nostro modello di business e aiutare i nostri clienti a estendersi in nuove aree: industrie, processi di business dei clienti o aree geografiche.

Ma è anche essenziale sottolineare che manteniamo un centro di gravità molto basso. Una parte significativa dei nostri clienti sono solo italiani, o solo francesi o solo spagnoli, e così via, e potrebbero forse vedere le nostre ambizioni di crescita come una distrazione dal servirli bene. Ma è qui che ho fiducia nel nostro modello di organizzazione decentralizzata GloCal e nella forte responsabilizzazione locale. 

Può dirci di più a riguardo?

MD: La mia ferma convinzione è che la nostra attività è multi-specialistica, multi-regione, multi-paese: siamo molto vicini a ciascuno dei nostri clienti a livello locale e molto vicini alle loro attività. Questo è ciò che intendo per avere un centro di gravità basso.

Questo è anche il motivo per cui sono molto cauto nel non lasciare che la sede del nostro gruppo diventi troppo prominente. Siamo convinti che la chiave per la crescita è portare le persone migliori nell'organizzazione a livello locale per servire al meglio i clienti. Lo abbiamo fatto e continueremo a farlo.

Cosa significa questo approccio per i clienti internazionali di Comdata?

MD: Ovviamente, hanno esigenze diverse, soprattutto nella coordinazione, ma offriamo un approccio simile in termini di vicinanza, vivendo e respirando le loro attività ed essendo vicini alle loro sfide. E poiché conosciamo le esigenze e le specificità dei loro clienti in ogni paese in cui operiamo, li serviamo meglio. Abbiamo una business unit dedicata a servire i clienti globali e, con la nostra crescita, anche loro beneficeranno dell'accesso a più competenze, più aree geografiche e più forze. E anche loro beneficiano del fatto che i nostri manager chiave hanno un grande impegno verso Comdata. 

Lei è CEO di Comdata da più di sei mesi; quali sono stati i grandi cambiamenti e le conquiste durante questo periodo?

MD: Il primo cambiamento o risultato è la costruzione di un team di leadership di talento, perfettamente allineato e che lavora insieme con fiducia. Penso che questo sia importante: avere la squadra giusta è la chiave per il successo a venire.

Il secondo grande risultato è stato cambiare la cultura di Comdata, alzando l'asticella per ottenere il meglio da ciò che facciamo in tutto il mondo. Ora è più impegnativo, nel senso positivo della parola. Si tratta di introdurre sfide costruttive e il diritto di fallire, oltre ad avere un rapporto più genuino in tutta la squadra. E, naturalmente, abbiamo anche accelerato la nostra trasformazione digitale e implementato il nostro modello di consegna Comdata Smart, quindi è stato un periodo molto intenso.

Cosa possiamo aspettarci da lei nei prossimi sei mesi?

MD: Beh, come imprenditore "nato", non sono uno che vuole stare fermo e guardare con soddisfazione ciò che è stato raggiunto. Ho sempre la sensazione di essere in ritardo, di avere una missione, di voler ottenere di più e più velocemente.

Con Comdata, ho la sensazione che non siamo ancora dove dovremmo essere sul mercato, nonostante i nostri meriti. Ci sono diverse ragioni per questo, ma ora abbiamo valori meglio condivisi e una squadra eccezionale e di talento a ogni livello, e arriveremo più lontano.  

Operiamo in un mondo in rapida evoluzione, quindi ci saranno senza dubbio ulteriori cambiamenti, ma abbiamo le persone giuste, l'organizzazione giusta, la cultura giusta e i valori giusti. 

Questo ci dà un posizionamento diverso e un enorme vantaggio competitivo, quindi ora arriva il momento di dimostrare il nostro valore: stay tuned!

Lavora con noi

Unisciti a noi e diamo forma al domani insieme

FACCIAMO ACCADERE LE COSE

Non essere timido, saremo contenti di aiutarti

Di cosa vuoi discutere?
Torna su